C'era una volta una topolina che scopava sotto il portico della sua casa, quando ad un tratto trov˛ una moneta e pens˛: "Cosa mi potr˛ comprare? Mi comprer˛ una scatola di caramelle....
No, no, che dopo mi dicono che sono golosa!" "Mi comprer˛ una bella collana". No, no, perchÚ mi diranno che sono vanitosa". "Mi comprer˛ della cipria per il viso". Quando finý di fare le pulizie, and˛ in un negozio e compr˛ la cipria, torn˛ a casa a farsi la doccia e si trucc˛. Poi si mise a sedere sotto il portico. Dopo un po' pass˛ un maialino e le disse:
"Topolina Martina, come sei carina! Mi vorresti sposare?". "Ti ringrazio, ma non Ŕ vero che sono carina. Cosa fai di notte?". "Mangio e russo!". "Allora no, mi spaventeresti!". Il maialino se ne and˛. Dopo un po' pass˛ un cane: "Topolina Martina, come sei carina! Mi vorresti sposare?". "Ti ringrazio, ma non Ŕ vero che sono carina. Cosa fai di notte?".
"Mangio e abbaio!". "Allora no, mi spaventeresti!". Ed anche il cane se ne and˛. Dopo pass˛ un topolino e le disse: "Topolina Martina, come sei carina! Mi vorresti sposare?". Ti ringrazio, ma non Ŕ vero che sono carina. Cosa fai di notte?". "Mangio e dormo!". Topolina, tutta contenta, accett˛ e lo stesso giorno si sposarono. Vivevano felici e andavano d'accordo. Un giorno per˛ topolina Martina doveva andare a fare la spesa e chiese a suo marito di tener d'occhio il minestrone che cuoceva in pentola e di non mangiarsi la gustosa cipolla che ci aveva messo dentro. "Sta attento a non cadere nella pentola!", gli disse. Quando topolina and˛ via, topolino Perez si arrampic˛ subito sulla pentola perchÚ voleva mangiare la cipolla e vi cadde dentro. Quando topolina Martina arriv˛, lo cerc˛ per tutta la casa, e cominci˛ a innervosirsi, perchÚ immaginava giÓ quello che era successo. And˛ a guardare nella pentola e lo trov˛ lý. Lo tir˛ fuori con l'aiuto dei vicini, che lo stesero per terra e si misero in cerchio intorno a lui, cantilenando: "Topolino Perez Ŕ caduto nella pentola per la golositÓ della cipolla!". La topolina piangeva, e chiedeva aiuto. Arriv˛ il dottore e liber˛ il topolino dal dolore, preparando un impasto con farina e acqua per curargli le ferite. Topolino Perez ringrazi˛ il dottore, promise a topolina Martina che sarebbe stato obbediente e che non avrebbe mangiato pi¨ cipolle. Lei rimase soddisfatta, si abbracciarono e vissero felici.