C'era un buon vecchio,che aveva perso i figli e non sapeva come campare,lui e sua moglie,anch'essa vecchia e malandata. Andava tutti i giorni a far legna nel bosco e vendeva la fascina per comprare il pane, se no non mangiava. Un giorno mentre andava nel bosco lamentandosi, incontrò un signore dalla lunga barba,e gli disse: "So tutte le tue pene,e voglio aiutarti. Ecco una borsa con cento ducati". Il vecchio prese la borsa e svenne. Quando si riebbe,quel signore era scomparso. Il vecchio tornò a casa e nascose i cento ducati sotto un mucchio di letame, senza dir niente alla moglie. "Se li do a lei, finiscono presto..."e continuò ad andare nel bosco l'indomani. la sera dopo trovò la tavola ben imbandita. "Come hai fatto a comperare tutta questa roba" chiese, ,già  in allarme. "Ho venduto il letame"disse la moglie. C'erano cento ducati nascosti!". L'indomani, il vecchio andava per il bosco sospirando più  di prima. E incontrò di nuovo quel signore dalla lunga barba. "So della tua sfortuna" disse il signore. "Pazienza:ecco qui altri cento ducati". Stavolta il vecchio li nascose sotto un mucchio di cenere. La moglie il giorno dopo vendette la cenere e bandì tavola. Il vecchio quando tornò e seppe non mangiò neanche un boccone: andò  a letto strappandosi i capelli. Al bosco l'indomani stava piangendo, quando tornò quel signore. "Stavolta non ti darò più denaro. Tieni queste ventiquattro rane: vendile e col ricavato comprati un pesce, il più  grosso che riuscirai a trovare". Il vecchio vendette le ranocchie e comprò un pesce. La notte si accorse che luccicava: mandava una gran luce che si spandeva tutto intorno. A tenerlo in mano era come tenere una lanterna. La sera lo appese fuori dalla finestra perchè stesse al fresco. Era una notte buia, di burrasca. I pescatori che erano al largo non trovavano la via del ritorno tra le onde. Videro la luce a quella finestra. Tremarono dirigendosi verso la luce e si salvarono. Diedero al vecchio metà della loro pesca e fecero con lui il patto che se avesse appeso quel pesce alla finestra ogni notte avrebbero sempre diviso con lui la pesca. E così fecero e quel buon vecchio non conobbe più miseria.