BACK

HOPI
Gli Hopi non hanno dubbi laTerza Guerra Mondiale Ŕ imminente. Le loro profezie in proposito sono chiarissime, e non Ŕ il caso di snobbarle dato che, in passato, hanno anticipato con agghiac- ciante precisione sia la Prima Guerra Mondiale che la Seconda. Il conflitto sarÓ iniziato da quei popoli che per primi ricevettero l'illuminazione divina agli albori della Storia, nei loro antichi paesi (india, Cina, Egitto, Palestina, Africa). Gli Stati Uniti saranno distrutti dalle bombe atomi- che: solo il territorio degli Hopi sarÓ preservato. I superstiti dell'immane olocausto daranno co- munque vita a un mondo nuovo, unito sotto un unico potere. Che abbiano ragione o meno, le pro- fezie Hopi, nel contesto di tutta la loro complessa mitologia, sono quanto di pi¨ bello la poesia degli Indiani d'America abbia fatto giungere fino a noi. Le loro canzoni e le loro preghiere sono spesso molto suggestive, e testimoniano una religiositÓ struggente e profonda. E per ritrovarsi a pregare tutti insieme, gli Hopi - come gli Zuni, gli Acoma, i Tewa e tutte le altre nazioni Pueblo - costruivano degli edifici in pietra, di forma cilindrica, detti "kiva",  posti al centro dei loro vil- laggi. Villaggi non di tende o capanne, ma costruiti in muratura o scavati nella roccia, formati da abitazioni distribuite su diversi piani, disposte ad alveare e di solito collegate fra loro. Alcuni insediamenti sono addirittura costituiti da un unico edificio, formato da celle e stanze comuni- canti per mezzo di anditi, corridoi, scale e porte. Oraibi Ŕ probabilmente il pi¨ antico insedia- mento continuamente abitato dei Nordamerica, a partire dall'anno 1100. Ma nelle mesas dei Sudovest ci sono altri pueblos abbarbicati sulle rocce, abbandonati da secoli e altamente spetta- colari, come Cliff Palace e PuebIo Bonito (il pi¨ grande, con le sue ottocento stanze). Hopi deriva da "hopitu", i pacifici. Sono, infatti, un popolo mite e sedentario, che tesse il cotone e coltiva il mais. Ma guai a offendere la loro religione: nel 1680, una rivolta di tutti i popoli Pueblo contro i missionari spagnoli che pretendevano d'imporre il cristianesimo termin˛ in un massacro. An-cora oggi, non si pu˛ assistere alle magnifiche e complicate cerimonie sacre Hopi, cui parteci- pano gli spiriti, i Kachina, senza avere il permesso della trib¨. E, naturalmente,  scattare footo- grafie equivale a un sacrilegio.