Due fratelli orfani, Baiumi e Farag, vivevano in un paese dell'alto Egitto, situato nella valle del Nilo. Un giorno Baiumi, il fratello maggiore, chiamò Farag per parlargli: "Ho deciso di dividere l'eredità dei nostri genitori, cosa ne pensi?". Farag gli rispose: "Ho fiducia in te, Baiumi;  dimmi, come verrà divisa?".  "Come tu ben sai, abbiamo in eredità una casa, una mucca e un campo di angurie. Tutto verrà diviso così: io prenderò la casa e tu la porta; la parte superiore della mucca sarà mia, le zampe saranno tue; la parte interna delle angurie naturalmente sarà mia e tu prenderai le bucce. Il fratello gli disse che era d'accordo, ma con questa divisione Baiumi  dormiva tranquillamente nella casa e Farag restava fuori; Baiumi beveva il latte della mucca e l'altro con le zampe poteva fare ben poco; Baiumi mangiava il cocomero, scartando le bucce che poi doveva prendersi Farag.  Farag, davanti alla casa, pensava al loro padre e sul suo viso apparvero segni di tristezza e di sofferenza. Era sdraiato sotto un albero e all'improvviso una mano gli sfiorò la spalla e si sentì dire: "Povero figliolo, che cos'hai? Posso aiutarti?" Era un vecchio che, uscito dal nulla, dopo aver ascoltato la storia di Farag, gli diede dei consigli. Il giorno dopo Baiumi, al mattino, si svegliò presto per andare nel campo, ma trovò la porta della casa chiusa a chiave. Chiese perciò a Farag: "Perché hai chiuso a chiave?". Il fratello rispose: "lo faccio ciò che voglio con la mia porta!". Uscito di casa, andò nella stalla e trovò la mucca con le zampe legate. Chiese ancora al fratello il perché e la risposta fu la stessa di prima. Baiumi non poteva neppure tagliare il cocomero, perché la scorza era di Farag. Fu così che Baiumi si rese conto dei suoi errori, si recò dal fratello e gli disse: "Ti chiedo scusa, per favore aprimi che cambiamo la condivisione . Da quel momento Baiumi capì che l'egoismo non va a buon fine. Questa storia ci insegna che spesso la pazienza e la saggezza sono le chiavi della soluzione dei problemi.