Compaiono all'improvviso sulle facciate dei palazzi di tutto il mondo per poi scomparire, quasi magicamente, senza lasciar traccia della loro presenza. Sono i "cerchi di luce", fenomeni probabilmente ottici ai quali la scienza, gli ufologi e i cultori del misticismo tentano di dare una spiegazione da ormai vent' anni. Caratterizzati dalla forma luminosa tondeggiante, all'interno della quale si trova un quadrato o, più spesso, una X, sono diventati rapidamente il mistero più studiato al mondo dopo i cerchi nel grano.  Facendo una ricerca mirata sul Web, ci si rende conto che il fenomeno ha rapidamente catturato l'attenzione degli utenti. Si trovano, infatti, moltissimi siti, forum e blog specializzati che mettono a disposizione deivisitatori un'infinità di fotografie. Alcuni dei cerchi di luce immortalati, comunque, non sono altro che riflessi dovuti a finestre, vetri o specchi che si trovano nella zona circostante! Altre immagini, invece, sono un vero e proprio mistero anche per gli esperti. Per ora si sono fatte delle ipotesi, come ad esempio quella che vorrebbe si  trattasse di un casuale riflesso ottico dovuto alla rifrazione della  stratosfera o a particolari situazioni climatiche o quella che vorrebbe si tratti dell'opera degli alieni, interessati a comunicare con gli umani in un modo per noi ancora incomprensibile. I misteriosi cerchi, avvistati e fotografati inizialmente in Germania, Austria, Svizzera, Australia e Argentina, dal 1997 sono comparsi anche negli Stati Uniti e in Canada. In tutti i casi i cerchi di luce compaiono sempre durante le  giornate molto soleggiate, quando il cielo è terso, totalmente privo di nuvole. Per gli esperti la luce non colpisce mai gli oggetti in maniera diretta ma sempre perpendicolarmente. Altra particolarità, che con il passare degli anni è tuttavia gradualmente mutata, è poi quella che vedeva i cerchi luminosi comparire sempre in gruppi di 8.  Attualmente, invece, si possono vedere singoli cerchi di luce o gruppi più o meno consistenti, anche diverse decine, dalle figure geometriche sempre più complicate. Che si manifesti di prima mattina, in mezzo alla giornata o al tramonto, il mistero dei cerchi di luce sta nel fatto che l'estrema luminosità dovrebbe in teoria portare a rompere vetri e finestre che li riflettono, senza parlare poi del fatto che l'angolo perpendicolare rispetto ai raggi solari pone l'interrogativo su come la luce possa rimbalzare da un lato all'altro di strade ed edifici. Insomma, il mistero sembra ancora lontano dall'essere risolto, e anche se  qualcuno riuscisse a spiegarne l'origine naturale, ci sarebbe sempre chi sosterrebbe il contrario.