BACK

Molte delle favole che gli indiani delle pianure narravano la sera davanti ai falò erano state inven- tate dagli Arapaho. Questi indiani possedevano una fantasia fervida, e i loro racconti erano ripetuti negli accampamenti di tutte le tribù, dai Gros Ventre del Canada ai Cheyenne meridionali. C'erano poi anche storie che nessun altro, a parte gli Arapaho, poteva conoscere. Soltanto uomini scelti a- vevano il privilegio di poter narrare la versione ufficiale dei mito della creazione, e coloro a cui era concesso ascoltarla dovevano sottoporsi a un digiuno rituale di tre giorni. Nel linguaggio dei se- gni, il popolo Arapaho era indicato battendosi il petto più volte con la punta delle dita. I Piedi Neri ritenevano che ciò significasse "Petti Tatuati", in quanto gli Arapaho erano soliti tatuarsi tre sim- sboli sul petto graffiandosi la pelle con aghi di yucca e poi strofinando della cenere sulla ferita; gli Arapaho invece sostenevano che quei gesto volesse dire "Cuori Buoni". Ma, a causa dei loro naso aquilino, erano anche conosciuti come Popolo dal Grosso Naso. Come gli Cheyenne e i Sioux, con cui si associarono durante le guerre indiane, gli Arapaho emigrarono nelle praterie in un periodo non ben stabilito tra il 1600 e il 1700 provenendo da regioni più settentrionali. Il nome dato loro dagli Algonchini, "Popolo dei sentiero dei bisonti", è il più antico: risale forse al tempo in cui gli Arapaho iniziarono a muoversi verso ovest seguendo le grandi mandrie. Giunti in prossimità delle propaggini orientali delle Montagne Rocciose, si erano divisi in due gruppi. Alcuni, che sarebbero divenuti noti come Arapaho dei Nord, si stabilirono lungo il fiume Platte in quello che è oggi il Wyoming; altri, conosciuti come Arapaho del Sud, scelsero le praterie più meridionali, lungo il fiume Arkansas, nel Colorado. Sembra che quando essi videro per la prima volta l'uomo bianco, il cielo notturno si illuminò per una straordinaria pioggia di meteore. Il capo Testa d'Orso avrebbe detto, molti anni dopo: "La notte fatale in cui caddero le stelle significò che i Visi Pallidi sarebbero caduti su di noi tanti quanti le stelle cadenti e ci avrebbero distrutto e altrettante sarebbero state le lacrime delle nostre donne". Fu davvero così. Gli Arapaho settentrionali, insieme agli Cheyenne, ebbero una parte importante in tutte le guerre contro i bianchi, guidati dai capi Orso Nero e Ca- vallo Sauro; gli Arapaho meridionali, sempre a fianco degli Cheyenne, agirono nel Kansas e nel Colorado agli ordini di capi quali Piccolo Corvo e Mano Sinistra. Alla fine delle guerre, le bande Arapaho furono segregate nelle riserve: molte finirono nel Wyoming assieme agii Shoshoni, da sempre loro acerrimi nemici. Questo a testimonianza della scarsa oculatezza con cui le autorità americane gestivano il problema indiano.

ARAPAHO